Depressione e panico: il cervello che fa paura

Due termini medici entrati nel linguaggio comune. Sensazioni che molti di noi hanno provato, in alcuni casi invece indicano malattie “oscure” perché nascoste in una parte del corpo poco visibile a sé stessa, cioè il cervello.

Le persone che soffrono di disturbi dell’umore e d’ansia spesso non vanno a farsi valutare e curare se non quando incontrano gravi difficoltà nel proseguire la loro vita quotidiana, oppure sono accompagnati da altre persone che prendono l’iniziativa.

L’ambiente culturale aiuta poco “ad uscirne” perché non riconosce sostanza a questi disturbi, oppure li attribuisce a fattori esterni non meglio identificati, riuniti sotto termini quali stress, esaurimento, crisi etc.
Questo tipo di disturbi sono invece propriamente condizioni biologiche, che poggiano su anomalie di funzionamento, temporanee o durature, del nostro cervello in alcune sue aree. Opportunamente sollecitato e guidato, il cervello è indotto a correggere questo funzionamento, o quantomeno supportato nell’attesa di un ritorno alla normalità.

La prevenzione dell’aggravamento di questi disturbi è il primo passo per riuscire a curarli nei primi stadi e a mantenersi fuori dalle ricadute, che spesso rovinano i miglioramenti ottenuti.

E’ importante che le persone sofferenti di disturbi dell’umore accettino il concetto di malattia biologica per evitare di sentirsi malati “moralmente” o “caratterialmente”. La corretta conoscenza dei meccanismi che regolano la nostra vita mentale è un’occasione per ricorrere alle cure mediche presto e farle funzionare così meglio.

Programma dell’incontro

– Riconoscere la depressione nella vita quotidiana
– La depressione e l’ansia spiegate con linguaggio letterario o artistico
– Il significato medico dei sintomi della depressione
– I quadri particolari: fasce di età, uso di alcol e droghe, stress, eventi di vita

Docente responsabile: Dr. Matteo Pacini ( Medico Psichiatra)
(curriculum visionabile su www.psichiatriaedipendenze.it)

Il corso è disponibile anche per via telematica.

Modalità di iscrizione
Inviare una mail a paciland@virgilio.it o info@psico-educazione.it

Back to Top