ECM 26 Maggio 2012: Aggressività, violenza e condotte criminali: prevenzione, clinica e terapia

I comportamenti aggressivi sono aspetti di estremo rilievo nella pratica clinica psicologa e psichiatrica, in qualsiasi ambito. Tali comportamenti non riguardano infatti soltanto pazienti visibilmente agitati o abitualmente inclini ad atti violenti, ma possono verificarsi in maniera improvvisa e estemporanea, in risposta a eventi vitali di frustrazione o contrasto. Spesso il filtro che motiva la reazione estrema o la produzione estemporanea di condotte aggressive contro sé o gli altri è un filtro psicopatologico non visibile, corrispondente ad una ideazione psicotica o a convinzioni deliranti che accompagnano in maniera silente un umore depresso o misto. Altrettanto frequentemente l’impulsività è amplificata in maniera rapida dall’esposizione alle sostanze psicotrope, generando una generale predisposizione al passaggio all’atto, e contemporaneamente rende instabile l’orientamento dell’umore, con facilità al passaggio dall’impulsività euforica a quella depressiva e all’autolesionismo. D’altro canto vi sono alcune condizioni in cui l’agggressività violenta e la rabbia costituiscono temi di riflessione o ossessione, che spesso sono confusi dal paziente e dai familiari con rischi imminnenti o latenti. Nel corso saranno discussi aspetti psicopatologici e clinici delle sindromi psichiatrici ad alto rischio auto ed eteroaggressivo, con particolare risalto a quadri meno lineari quali i disturbi da uso di sostanze, e la doppia diagnosi psichiatrica. Sarà inoltre discussa la semeiotica preventiva dell’aggressività e una strategia di approccio e prevenzione incentrata sulla definizione della diagnosi di fondo, che condiziona le linee e gli inneschi del comportamento aggressivo e della faciltiazione al passaggio all’atto (acting out). Infine, saranno discusse situazioni particolari, come quelle della popolazione carceraria o dello stalking. Sul piano del trattamento, sarà evidenziata l’importanza della conoscenza dei meccanismi psicopatologici di fondo per orientare il comportamento di familiari e potenziali vittime verso l’evitamento e la gestione di condizioni critiche o per la prevenzione della reiterazione di atti aggressivi. Saranno forniti elementi di criminologia con riferimento a casistica italiana e discussi elementi medicolegali per l’inquadramento degli autori sul piano della capacità di intendere e volere, della pericolositùìà sociale e del potenziale di controllo e recupero con mezzi terapeutici.

Calendario: date, orari, sede

Sabato 18 Gennaio 2012, dalle 9.00 alle 18.00.
Lyceum srl, Centro per la Clinica e la Formazione, Piazza Almici n° 23, Brescia

Docenti

Programma

Mattina 9.00 – 13.00

9.00 – 10.45

 Cervello e aggressività: espressioni e substrato anatomofunzionale

Psicopatologia dell’aggressività: diretta e indiretta, auto- ed eterodiretta. Correlazione con le principali sindromi psichiatriche: mania, schizofrenia, psicosi.

Umore, aggressività e rischio comportamentale.

Aggressività e suicidalità: il continuum impulsivo

10.45 – 11.00 

11.00 – 13.00

  Sindromi particolari: aggressività indotta, aggressività relazionale, aggressività condivisa

13.00 – 14.00

 

Pausa pranzoAggressività e omicidio serialeStalking, bullismo e aggressività abituale di gruppo (para-sportiva o di strada). Cenni di vittimologia.Aggressività e uso di sostanze. Il modello dell’agitazione psicomotoria da uso di sostanze. La sindrome del delirio eccitatorio.

Pomeriggio 14.00 – 18.00

15.45 – 16.00 

17.30 – 18.00

  Questionario di valutazione dell’apprendimento16.00 – 17.30 Strategie di contenimento, di dissuasione e di prevenzione. Crimine violento e uso di alcol e sostanze: gestione medico-legale. Cenni al DPTS della vittima e alla sua gestione.

Materiale didattico previsto

Descrizione dell’esame finale

Curriculum del docente

E’ Professore a contratto di Medicina delle Dipendenze presso l’Università di Pisa.

E’ autore di numerose pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali, e di manuali dedicati ad operatori del settore psichiatrico e delle tossicodipendenze. Curriculum completo di pubblicazioni consultabile su www.psichiatriaedipendenze.it.

Contatti docente

Info ECM e categorie degli Operatori  Sanitari a cui e’ rivolto l’evento

Totale ore formative

 

Obiettivi formativi 

conoscenza dell’aggressività nelle “nuove” presentazioni: stalking, aggressività di strada e metropolitana, bullismo.strategie e sinergie tra psichiatria e psicoterapia nel controllo dell’aggressivitàconoscenza del potenziale aggressivo legato all’uso di sostanze, prevenzione delle sindromi iatrogene, interazioni sfavorevoli specifiche con le aggressività legate a determinate diagnosi psichiatrichediagnosi e terapia dell’aggressività legata a disturbi psichici (depressione, disturbo bipolare, psicosi, disturbi di personalità, disturbi da uso di sostanze)

 

Parole chiave

 

Costi

Convenzioni

120€ + IVA se studente o tirocinante

120€ + IVA Soci AIAMC

Modalità di iscrizione

L’iscrizione al corso dovrà essere effettuata entro 10 giorni dalla data prevista per l’inizio delle lezioni e potrà essere eseguita nella seguente modalità: 

 

Bonifico bancario intestato a Lyceum Srl sul conto corrente:       

CASSA RURARE E ARTIGIANA di Borgo San Giacomo (BS)
IBAN:  IT65W0839354850002090003564

 

 

Bibliografia

Maremmani, I., Pani, P.P., Canoniero, S., Pacini, M., Perugi, G., Rihmer, Z., Akiskal, H-S. “Is the Bipolar Spectrum the Psychopathological Substrate of Suicidality in Heroin Addicts?” Psychopathology , 2007, 40 (5): 269-277.

A. Bani, M. Miniati, M. Di Fiorino, (1997), L’aggressività, aspetti clinici, Lucca: Psichiatria e territorio

Aggressività e Droga. Medicina delle Tossicodipendenze, 2000, 26-27.

G. B. Cassano, P. Cioni, G. Perugi, E. Poli. Psicopatologia e clinica psichiatrica – Manuale di psichiatria. Clinica psichiatrica. Psicologia clinica. Igiene mentale. Psicoterapia. UTET, 2005.Maremmani, I.; Canoniero, S., and Pacini, M. “L’aggressività nell’eroinomane: violenza e suicidio.” Medicina Delle Tossicodipendenze – Italian Journal on Addictions. 2000.
Collegarsi al sito www.centrolyceum.it, area CORSI, e scaricare la scheda di iscrizione da inviare all’indirizzo di posta elettronica: info@centrolyceum.it
 
120€ + IVA se iscritto a www.medicitalia.it
Il costo del corso è di:
130€ + IVA se iscritto entro e non oltre il 10 settembre 2011
150€ + IVA se iscritto dopo il 10 settembre 2011
Aggressività, violenza, umore, psicosi, impulsività.
Corso di aggiornamento professionale nell’esercizio dell’attività medica, psicologica e psicoterapeutica che si propone di far acquisire conoscenze teoriche ed operative in tema di:
N° 8 ore formative.

Dr. Matteo Pacini, Cell. 3491879469, Fax 050564387, e-mail: paciland@virgilio.it
Il Dr. Matteo Pacini è medico psichiatra-psicoterapeuta (Omceo Pisa 4355), che svolge attività clinica e di ricerca in ambito psichiatrico. Si è specializzato nel 2003 presso l’Università di Pisa ed ha svolto per due anni l’attivitàdi borsista. Si è occupato dal 1999 in particolare dell’associazione tra disturbi mentali e abuso di alcol e sostanze. Opera come libero professionista e consulente presso il Centro di Riferimento Alcologico della Regione Lazione (CRARL). E’ membro dell’Istituto di Scienze del Comportamento G. De Lisio che si occupa di ricerca e formazione per medici e psichiatri. Ha svolto numerose lezioni nell’ambito di seminari, corsi di perfezionamento, master universitari e conferenze pubbliche a proposito di temi psichiatrici.
Questionario di verifica dell’apprendimento composto da domande aperte.
Dispensa delle slides presentate.Coffee breack

14.00 – 15.45

  Esercitazioni, simulazioni e discussione sui temi della mattinata e analisi di situazioni reali presentate dai partecipanti.Coffee breack
Dr. Matteo Pacini

Back to Top