ECM 30 Giugno 2012: Uso e dipendenza da sostanze: psico-biologia del craving

Il consumo di sostanze è in costante crescita negli ultimi decenni. Al di là delle mode, la quota più importante della morbilità da uso di sostanze è ancora legata ai classici stupefacenti e all’alcol. La conoscenza delle biologia dei sistemi della gratificazione e della motivazione ha consentito un approccio neurobiologico alle dipendenze che unisce finalmente le evidenze psicologiche alla clinica e alla psichiatria delle dipendenze. Saranno illustrati i concetti di desiderio patologico, di cronicità spontanea e recidivismo automatico, di cueing e di disagio post-astinenziale. I soggetti dipendenti sono propriamente pazienti psichiatrici, con il cervello come organo bersaglio dell’effetto delle sostanze e fonte dei comportamenti tossicomanici per alterazioni di specifici circuiti anatomofunzionali. Inoltre, i pazienti psichiatrici comprendono anche alcune categorie a rischio per il coinvolgimento nell’uso di sostanze, a tutti i livelli. Infine, alcuni pazienti sembrano costituire un modello su cui l’intossicazione da sostanze svolge una funzione amplificante e aggravante, con effetto di anticipare l’esordio, aggravare alcune dimensioni cliniche e produrre refrattarietà alle comuni terapie. E’ opportuno che ogni medico e psicologo conosca le opzioni terapeutiche disponibili per alcune dipendenze, i loro principi di svolgimento e i loro obiettivi possibili. E’ inoltre opportuno che, al di là delle teorie popolari sulla gestione del craving, siano note le evidenze sulla sua natura indipendente e sulla sostanziale inconsistenza di teorie che vedono le dipendenze come un epifenomeno di altre sindromi psichiatriche. Da questo deriva la economizzazione dei trattamenti, con prevenzione delle politerapie aspecifiche e dell’abuso di farmaci da parte di soggetti tossicodipendenti, nonché la prevenzione della “cronicizzazione terapeutica”, che corrisponde all’omissione dei corretti trattamenti con semplice accompagnamento della malattia nel suo naturale e tragico svolgimento all’interno di un sistema terapeutico non scientificamente organizzato. Si riserva una sezione alla discussione di concetti relativi al rischio di dipendenza, ai fattori di rischio aspecifici e specifici di ciascuna sostanza, così da fornire strumenti psicoeducativi per gestire le situazioni di pre-dipendenza, cruciali nella strategia preventiva di quelle forme ancora orfane di affidabili strumenti terapeutici.

 

 

 

Calendario: date, orari, sede
Sabato 5 maggio 2012, dalle 9.00 alle 18.00.
Lyceum srl, Centro per la Clinica e la Formazione, Piazza Almici n° 23, Brescia

Docenti

Programma

Mattina 9.00 – 13.00

9.00 – 10.45

 Il cervello dipendente. Il cervello dipendente: elementi di psicopatologia e clinica delle dipendenze

Desiderio fisiologico e patologico. Psicologia e psicopatologia del craving.

Excursus delle teorie psicobiologiche delle dipendenze. Rinforzo, Recidivismo e astinenza protratta. Le caratteristiche longitudinali delle dipendenze.

Fattori di rischio personologico e ambientale per l’esposizione alle sostanze e le dipendenze

Psicometria della dipendenza e del rischio di recidiva.

Immagini funzionali del cervello sotto l’effetto di sostanze, durante l’evocazione del craving e dopo l’intossicazione da sostanze.

10.45 – 11.00 Coffee break

11.00 – 13.00

Effetti acuti e cronici delle droghe e effetti correttivi delle terapie.

Droghe leggere e pesanti, legali e illegali, uso terapeutico e voluttuario: definizione dei confini e loro significato. Sintesi sull’epidemiologia dei problemi droga-correlati in Europa

Clinica e terapia della dipendenza da alcol

Clinica e terapia della dipendenza da eroina

Clinica e terapia della dipendenza da nicotina

Lo stato dell’arte sulla cura dei disturbi da uso di cocaina e cannabis

Poliabuso primario e secondario

13.00 – 14.00 Pausa pranzo

 Pomeriggio 14.00 – 18.00

14.00 – 15.45 – Esercitazioni, simulazioni e discussione sui temi della mattinata e analisi di situazioni reali presentate dai partecipanti.

15.45 – 16.00 Coffee break

16.00 – 17.30  

Appendice: le dipendenze emergenti e occulte da prodotti farmaceutici e la prevenzione dell’abuso di psicofarmaci

Abuso e dipendenza da tranquillanti: clinica e terapiaPsicofarmaci: la questione della dipendenza e dell’abuso

Abuso e dipendenza da tranquillanti: clinica e terapia

17.30 – 18.00

 Per maggiori dettagli visitare http://www.centrolyceum.it/lyceum/?q=node/7

Back to Top