Nalmefene: nuovo farmaco per la dipendenza da alcol – parte 1

Disponibile da poco il nalmefene, un nuovo strumento farmacologico per la cura dell’abuso alcolico e dell’alcolismo. In realtà si tratta di un prodotto già conosciuto da tempo, e analogo ad un altro che da decenni si usa per la cura di varie dipendenze.

Si possono trovare diverse “presentazioni” di questa nuova terapia, con alcune imprecisioni. In particolare, così come per tutte le nuove uscite, si presentano come “novità” terapie già usate da tanto tempo, che se mai sono novità mediatiche, perché si sceglie di parlarne in fase di lancio di un nuovo prodotto, ma non tecniche, perché già esistevano per vecchi prodotti. …continua a leggere

Opuscoli informativi su alcol, droghe e dipendenze

Opuscolo uno: pericoloso ignorare                               Opuscolo due: un cattivo affare

Prossimi corsi ecm 2014

__________________________________________________

Prossimi corsi ECM

Alcolismo e problemi alcolcorrelati
Mercoledì 7 maggio 2014, dalle 13.30 alle 18.00 – Brescia
…continua a leggere

Dipendenza da cibo

 Informazioni / Acquista

 

 

 

  

 

 

 

“Depressione bipolare”: strategie di trattamento elencate e commentate

Depressione bipolare è un termine in uso ma non corretto con il quale si indica l’episodio depressivo all’interno del disturbo bipolare, di qualsiasi grado di espressione o gravità.

Il termine corretto sarebbe semplicemente “disturbo bipolare, episodio depressivo”, ma questo modo di dire è diffuso per due ordini di motivi: …continua a leggere

Stalking – la sindrome delle molestie assillanti

 

Lo stalking è un comportamento che consiste nell’assillare, “stare alle costole” di una persona in maniera chiaramente molesta, e sollecitarne l’attenzione e le reazioni in una maniera assillante.

Il molestatore assillante (stalker) ha come scopo quello di coinvolgere l’oggetto delle sue attenzioni in un rapporto di qualche tipo, che può semplicemente essere quello creato dalla molestia.

Lo stalking prevede che, per almeno un periodo prolungato, lo stalker metta in atto una serie di iniziative, varie o monotone, in maniera ripetitiva e refrattaria alle dimostrazioni di fastidio o di allarme della persona. …continua a leggere

Droghe e Alcol: corso di informazione e orientamento

L’abuso di alcol e droghe, leggere o pesanti, è un problema di primo piano sia nella cronaca che in medicina. Da una parte le vecchie droghe, mai tramontate e riciclate in forme nuove e ugualmente dannose. Dall’altra le droghe leggere, che pur con rischi minori di dipendenza inducono alterazioni del pensiero, dell’emovitità e del comportamento che compromettono le capacità sociali e produttive delle persone. Le persone giovani soffre di depressione, attacchi di panico o ha comportamenti aggressivi spesso hanno iniziato ad avere questi problemi durante l’uso di alcol o droghe. L’età di consumo dell’alcol è in riduzione, così come quella di droghe pesanti come la cocaina. Mentre le mode, le culture e le generazioni cambiano, i rischio rimangono gli stessi. …continua a leggere

Depressione e panico: il cervello che fa paura

Due termini medici entrati nel linguaggio comune. Sensazioni che molti di noi hanno provato, in alcuni casi invece indicano malattie “oscure” perché nascoste in una parte del corpo poco visibile a sé stessa, cioè il cervello.

Le persone che soffrono di disturbi dell’umore e d’ansia spesso non vanno a farsi valutare e curare se non quando incontrano gravi difficoltà nel proseguire la loro vita quotidiana, oppure sono accompagnati da altre persone che prendono l’iniziativa. …continua a leggere

Il cibo in testa: il cervello e la bocca, tra fame e appetito

Il problema del peso e del disagio per la propria forma fisica sono crescenti nel mondo moderno. Da una parte i classici disturbi della condotta alimentare, quali la bulimia e l’anoressia, dall’altra le forme più sfumate, o irregolari, che però condizionano la vita di chi ne soffre peggiorandone la qualità.

Infine, situazioni di autentico legame continuo con il pensiero del cibo e con il pensiero di dover dimagrire, in cui si stenta a capire se il problema risieda realmente in un eccesso di appetito o anche in una continua sollecitazione culturale nel senso contrario alla soddisfazione dell’appetito. …continua a leggere

Dipendenza da cibo

Matteo Pacini:

DIPENDENZA DAL CIBO

ISBN 9788895437385
Caravaggio Editore
Marzo 2010

 

 

 

 

CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO

Back to Top